bikehome1

La bicicletta: Un veicolo evergreen

 

5077899e-1279-45e4-9307-81c7f71c63c2

Pedalare è una di quelle cose che la maggior parte di noi impara a fare da piccoli, e che ci accompagna per il resto della vita: da bambini andare in bicicletta è una forma di gioco e di socializzazione, ma anche di competizione e di scoperta degli spazi circostanti e del proprio corpo. Su una bicicletta impariamo l’equilibrio, la velocità, la fatica, ma anche il divertimento, l’adrenalina, l’entusiasmo.

Da adulti, invece, la bicicletta si riveste di un alone di praticità: diventa uno strumento comodo, economico ed ecologico per spostarsi in città, per vivere esperienze di viaggio differenti, per eliminare il problema di traffico e parcheggio. È un trend sempre stabile se non addirittura in crescita, data l’attenzione che viene dedicata sempre più anche sul territorio urbano, con la diffusione a macchia d’olio di percorsi ciclabili e ciclofficine.

La spiegazione è molto semplice: andare in bicicletta è un’attività che ha soltanto pro e nessun contro. Fa bene al corpo, alla natura e al portafogli; in più, grazie alla tendenza degli ultimi anni a conferire grande importanza all’individualità, è diventata anche un mezzo per esprimere la propria personalità.

Numerosi infatti sono i modelli disponibili sul mercato, e vi è una costante attenzione alla customizzazione della bicicletta al fine di offrire un vasto ventaglio di possibilità, per incontrare i gusti estetici di tutti. Ed è in questo settore di mercato che si posiziona Bikefloo: unendo la praticità della bicicletta alla cura per l’aspetto estetico e il potenziale fashion di questo secolare mezzo di trasporto – perché sì, malgrado tendiamo a dare per scontata l’esistenza di tante cose e a pensare che crescano sugli alberi, anche la bicicletta ha avuto una sua evoluzione protrattasi nei secoli – Bikefloo si propone come valida alternativa a un modello di bicicletta classico, per espandere i limiti delle possibilità lungo i fili di una rete vibrante come quella dei trend giovanili.

E tu, hai già scelto il tuo floo?